SCADENZA: 02/02/2021
Non sono registrato ad ADV Training
Quiz veloce

Il nuovo percorso di formazione a Quiz ideato dall'Ente Nazionale per il Turismo Polacco

09
Quiz veloce: 9° modulo
Turismo attivo e del benessere
La Polonia è un paese molto verde, sia nelle zone urbane, sia grazie alle numerose aree incontaminate presenti. Il variegato paesaggio polacco viene formato da boschi, parchi, fiumi, laghi, mare, monti, pianure, distese di campi... Grazie a tutti questi elementi, uniti alla straordinaria biodiversità e agli investimenti infrastrutturali, la Polonia si presta particolarmente bene al turismo attivo e del benessere.
Tra le attività principali che possono essere praticate troviamo: il cicloturismo, il turismo equestre, il birdwatching, l’alpinismo e le escursioni nelle grotte, il canottaggio, lo sport velico e la pesca.
 
 
Cicloturismo
 
Per gli amanti del turismo in bicicletta, la Polonia ha da offrire una vasta rete di itinerari più o meno strutturati, ricchi di stimoli e scoperte di attrazioni lontane dal turismo di massa, permettendo a chi lo pratica di unire l’attenzione per l’ambiente alla spiccata propensione all’avventura.
 
 

Green Velo

Il sentiero Green Velo è il più lungo sentiero ciclistico permanente in Polonia. Per oltre 2000 km, il percorso attraversa 5 regioni polacche da sud a nord del paese, nel suo versante orientale: le regioni Varmia-Masuria, Podlaskie (Podlachia), Lubelskie (Lublino), Podkarpackie (Precarpazia) e Świętokrzyskie (Santacroce).
L’itinerario è diviso in diversi tratti. Principalmente si snoda su strade pubbliche a basso traffico, ma anche su sentieri situati nei boschi e nelle valli dei fiumi, su piste ciclabili e strade sterrate. Per permettere un passaggio sicuro, dall’inaugurazione del percorso nel 2015, sono stati costruiti o ristrutturati più di 30 ponti ed effettuati vari lavori infrastrutturali.
Il sentiero Green Velo mostra tutta la bellezza, l’unicità e la diversità di queste cinque regioni polacche. Sul tracciato sono presenti diverse indicazioni circa i monumenti e le città che possono essere incontrati sul sentiero stesso e anche su quelli che invece si trovano ad una distanza di massimo 20 km. Tra le attrazioni da visitare sul percorso possiamo trovare: Kielce, Sandomierz, Chełm, Elbląg, il Castello Krzyżtopór di Ujazd, Palazzo Branicki a Białystok e molti altri. Di alcune di queste città e di questi monumenti abbiamo già parlato nei moduli precedenti. 
Il tracciato è adatto a tutti: turisti appassionati o occasionali, da fare da soli, in famiglia, in piccoli o grandi gruppi.
Per maggiori informazioni sul sentiero Green Velo Clicca qui
L’attività cicloturistica può essere praticata anche in altre aree, come la foresta Bory Tucholskie e la foce del fiume Warta, o nei diversi parchi nazionali (se ne contano 23 in tutto) presenti sul territorio.
Segnaliamo i sentieri più belli:
  • Velo Dunajec
  • Szlak wokół Tatr (Il sentiero intorno ai Monti Tatra)
  • Velo Baltica
  • EuroVelo 10
  • Blue Velo
Questi sentieri, a differenza di Green Velo, sono più corti, ma sono in tutto e per tutto piste o tratti ciclabili.

Per maggiori informazioni sui percorsi in bicicletta Clicca qui
 
 

Turismo Equestre


Una gita in cavallo sulle sabbie bianche del Baltico? Oppure nella cornice romantica dei  Monti Bieszczady, nel sud-est della Polonia?
Tutto questo è possibile grazie alle numerose strutture dedicate e allevamenti, dove poter organizzare le passeggiate nella natura. Esistono anche dei veri e propri percorsi da fare in cavallo.

Gli sport equestri in Polonia vantano una lunga tradizione e sono diversi i club e i centri di equitazione che aderiscono alla Federazione Polacca di Equitazione. Oltre alle classiche passeggiate, d’estate è possibile fare gite in calesse, mentre d’inverno in slitta.

 
Percorso ippico "Transbeskidzki"
 
Tra i percorsi ippici troviamo il Percorso ippico “Transbeskidzki” che attraversa i monti Beschidi. Il sentiero è stato inaugurato nell’anno 2000 ed è lungo 600 km, rendendolo il percorso equestre più lungo in Polonia. Per percorrerlo tutto si impiegano 14 giorni, ovvero circa 109 ore in sella. È stato quindi diviso in 14 tratti.
La partenza è situata a Brenna, paesino dell ragione della Slesia, e attraverso tutte le catene montuose dei monti Beschidi arriva sino a Wołosate, nella regione Podkarpackie.
 
Percorso ippico "Transjurajski"
 
Si tratta di un’altra pista ippica molto famosa che si trova negli altopiani tra Cracovia e Częstochowa, detti Jura Krakowsko-Częstochowska. Ha inizio nella città di Częstochowa, nella regione della Slesia, e termina a Nielepice, nella regione Małopolska. È lunga 204 km ed è stata inaugurata nel 2007.
Il tracciato di questo itinerario è compreso nel tratto rosso del Sentiero dei Nidi d'Aquila, già trattato nel modulo su Cracovia e dintorni.
 
Allevamento di cavalli a Janów Podlaski
 
Vero fiore all’occhiello del turismo ippico polacco. Creato all’inizio dell’Ottocento, lo stabile si estende per 1691 ettari di terreno. Vengono allevati cavalli arabi purosangue, di cui la fama è mondiale. 
Durante l’asta Pride of Poland, che si svolge l’estate di ogni anno, arrivano negli stabili turisti e appassionati da tutto il mondo, oltre che allevatori pronti a contendersi a suon di rialzi i cavalli più pregiati.

Per maggiori informazioni sulla Polonia a cavallo Clicca qui
Per maggiori informazioni sull'equitazione in Polonia Clicca qui
 
 

Birdwatching

Un’altra attività molto praticata è il birdwatching. Negli ambienti naturali di tutta la Polonia è possibile osservare senza difficoltà numerose specie rare di uccelli.

Tra i luoghi più famosi per il birdwatching troviamo le paludi del fiume Biebrza, all’interno del Parco Nazionale omonimo nella regione Podlaskie, visitate in primavera da migliaia di turisti per osservare e fotografare queste creature eccezionali. Fra le paludi e i prati di questo luogo non c’è niente che disturbi il ritmo naturale che vi domina da secoli. È proprio per questo che esemplari di varie specie si trovano così bene in queste zone. Sul fiume Biebrza vivono alcune migliaia di pagliaroli, costituendo il gruppo più grande di questi rari uccelli su scala mondiale.
Chi cercasse di avvistare picchi o gufi può recarsi nel Parco Nazionale di Białowieża. Chi invece cerca anatre e oche le può trovare sui fiumi Oder e Warta. Altre specie possono essere osservate nella zona di Roztocze e nella zona dei Monti Bieszczady.
 
 
Alpinismo ed escursioni nelle grotte
 
Ci sono due diversi generi di arrampicata in Polonia: quella in alta montagna e quella sportiva. Per il primo genere lo scenario è quello dei monti Tatra.
I Monti Tatra hanno caratteristiche alpine. Pareti di solida roccia con vari livelli di difficoltà rappresentano una scuola perfetta per coloro che hanno intenzione di scalare le montagne. Le variabilità del clima e le difficoltà tecniche per conquistare queste vette rappresentano una vera e propria sfida anche per gli arrampicatori più esperti.
Per quanto riguarda l’arrampicata sportiva il luogo più popolare è l’Altopiano della Jura Krakowsko-Częstochowska. Su queste rocce calcaree è possibile trovare veri percorsi estremi.
L’altopiano è costituito anche da 150 tra grotte e caverne, che comprendono sale e corridoi non ancora esplorati che lo rendono un luogo ideale anche per gli amanti delle escursioni nelle grotte.
 
 
Canottaggio

I corsi d’acqua più belli e spettacolari della Polonia sono lo scenario perfetto per fare delle passeggiate in kayak o gommone. Queste gite, oltre ad essere salutari e divertenti, garantiscono il contatto diretto con la natura selvatica e offrono emozioni eccezionali.
Esistono circa 150 diversi itinerari da seguire in kayak e circa 10mila laghi adatti al canottaggio, come in nessun luogo in Europa. I più popolari e meglio serviti ( lungo il percorso si possono trovare centri per il noleggio dell’attrezzatura e negozietti sull’acqua) sono i percorsi lungo il fiume Czarna Hańcza, Rospuda, Krutynia, Drawa, Brda, Wda i Drweca.
 
Ovviamente la Vistola, navigabile per 940 km, rappresenta una delle sfide più interessanti anche per i canoisti esperti.
 
La gola del fiume Dunajec
 
Particolare il caso Dunajec, che attraversa i Monti Pieniny, in una zona ricca di rocce calcaree, boschi fitti e prati colorati. Il Dunajec è un fiume ripido che serpeggia tra i dirupi delle montagne formando sette grandi anelli con brusche curve, come già accennato in uno dei moduli precedenti. La velocità della corrente è variabile e la profondità del letto del fiume raggiunge in alcuni punti anche i 10 m. Da maggio a settembre lungo il fiume, oltre che kayak e canoe, navigano anche le caratteristiche zattere guidate dai flisacy, uomini di montagna che oggi mostrano ai turisti le meraviglie del posto. I canotti vengono legati stretti tra loro come si faceva in passato, mentre sulle prue vengono poi attaccati rami di abete che proteggono dall’urto dell’acqua.
 
Per maggiori informazioni su escursioni in kayak, canoa o zattere Clicca qui
 
 
Sport Velico
 
Oltre alla vela la Polonia mostra una sempre maggiore passione per il windsurf, oltre che per il kitesurfing e il wakeboard. Le scuole di sport acquatici sono operative lungo tutta la costa del Mar Baltico e nella spettacolare regione “dei mille laghi” (anche se poi sono più di 3000!) della Varmia-Masuria.
Gli appassionati della navigazione adorano la Masuria, come abbiamo già esposto nel capitolo dedicato, perché questa zona può vantare la presenza di migliaia di laghi, uniti tra loro da lunghi tratti navigabili.
Un’altra attrazione è costituita dai laghi che si trovano nelle vicinanze degli agglomerati urbani. Fra i più grandi c’è il Zalew Zegrzyński, che si trova nei pressi di Varsavia. Si tratta di un luogo perfetto per un giretto sull’acqua a bordo di una barca a vela durante i mesi più caldi, mentre d’inverno si trasforma in una pista di ghiaccio a disposizione degli appassionati di ice-yachting.
 
Per maggiori informazioni sulle escursioni in barca a vela Clicca qui
 
 
Pesca

In Polonia ci sono moltissime zone di pesca. Questo sport può essere praticato sui fiumi di montagna o su quelli di pianura con acque più tranquille, sui laghi naturali o artificiali che la Polonia offre, presso i centri di allevamento o addirittura nelle aree tutelate dei parchi nazionali.

Per maggiori informazioni su caccia e pesca Clicca qui
 
 

Turismo del Benessere

 

Di anno in anno le SPA e i centri termali in Polonia continuano ad aumentare, sinonimo di grande qualità nei servizi offerti. Ovviamente la maggior parte dei centri termali si trovano al sud, perché è proprio lì che si trovano le montagne da dove sgorgano le acque ricche di proprietà naturali. In Polonia ci sono oltre 40 centri termali, accoglienti ed eleganti, dove potersi rilassare. Ciascun centro termale si specifica nel trattamento di particolari disturbi.

I centri termali non sono solo case di cura situate in dei bei luoghi, spesso hanno anche un valore storico-culturale, dei cimeli storici, ricordi di re, politici, scrittori e artisti.

Terme Chochołowskie

Si tratta del centro termale più grande e moderno in Polonia. È situato nella zona del Podhale, nella zona tra i Monti Pieniny e i Monti Tatra, a sud del Paese. Esso si estende su 3000 m2 ed è composto da 30 piscine. Le acque presenti all’interno delle piscine possono essere di vario tipo: termali, sulfuree, sulfuree iodate. La piscina più famosa è quella all’aperto, dalla quale si può godere di una splendida vista sulle vette innevate. Altro vanto del centro è il “saunarium”, un complesso di saune di vario tipo, tra le migliori in Polonia. 

Il Centro termale di Ciechocinek

Si tratta di una grande stazione idrotermale con acque saline, situata nella vasta valle della Vistola a circa 35 km a sud di Toruń, nella regione della Cuiavia-Pomerania. Una grande attrazione sono le teznie, originariamente destinate a ricavare il sale, oggi invece impianti per la condensazione di cloruro di sodio nell’aria, lunghi circa 1750 metri e utilizzati attualmente come inalatori naturali. All’interno delle teznie, disposte a ferro di cavallo, si trovano diverse piscine termali.

Stabilimento termale a Bukowina Tatrzańska

Lo stabilimento termale a Bukowina Tatrzańska è divenuto molto popolare sin dalla sua apertura. Si trova infatti in una località turistica ai piedi dei Monti Tatra. Ci sono 12 piscine, 6 esterne e 6 interne. Ogni piscina ha un suo nome in dialetto montanaro. Oltre alle piscine ci sono anche: grotte di sale, un complesso di saune, SPA e centri benessere dove potersi rilassare.

Per quanto riguarda le SPA invece, in Polonia ci sono più di 200 centri situati in diverse zone del paese. Dalle loro finestre si può godere della vista delle onde del Mar Baltico, delle cime più alte dei Tatra, dei contrafforti morenici di Suwałki e di tanto altro. Oltre ad un lungo elenco di trattamenti cosmetici e terapeutici, i centri SPA offrono spesso anche un’ottima cucina di alto livello.

Per maggiori informazioni sui centri termali Clicca qui
Per maggiori informazioni sulle Spa Clicca qui
Per maggiori informazioni su avventura e sport estremi Clicca qui

01 - Qual è il percorso cicloturistico più lungo in Polonia?
02 - Quante regioni attraversa il percorso Green Velo?
03 - Quanto si impiega per percorrere il percorso ippico “Transbeskidzki”?
04 - Che tipo di cavallo viene allevato nell’allevamento di Janów Podlaski?
05 - Qual è il fiume intorno al quale si sviluppano le paludi e il parco nazionale più celebre per il birdwatching?
06 - Qual è il posto migliore in Polonia per praticare l’arrampicata in alta montagna?
07 - Lungo quale fiume navigano le zattere guidate dai flisacy?
08 - Qual è la regione con più laghi in Polonia, famosa per il turismo in barca a vela, detta anche la "Regione dei Mille Laghi"?
09 - Dove si trova la maggior parte dei centri termali polacchi?
10 - Qual è il centro termale più grande in Polonia?
01
1° modulo
Scopri la Polonia!
02
2° modulo
Il grande classico rivisitato. Cracovia e dintorni
03
3° modulo
Varsavia. Futuro e rinascita
04
4° modulo
La Polonia del Nord. Il Mar Baltico e la Pomerania
05
5° modulo
Trionfo della natura. Varmia-Masuria e la regione Podlaskie
06
6° modulo
Polonia occidentale. Tra città, castelli e centri fieristici
07
7° modulo
Alla scoperta delle piccole città d'arte
08
8° modulo
Atmosfere urbane e mete insolite. Łódź e la Slesia
09
9° modulo
Turismo attivo e del Benessere
10
10° modulo
La gastronomia polacca tra tradizione e innovazione
01
1° modulo
Scopri la Polonia!
02
2° modulo
Il grande classico rivisitato. Cracovia e dintorni
03
3° modulo
Varsavia. Futuro e rinascita
04
4° modulo
La Polonia del Nord. Il Mar Baltico e la Pomerania
05
5° modulo
Trionfo della natura. Varmia-Masuria e la regione Podlaskie